News‎ > ‎

Incontro per gli Oblati italiani dell'area Centro sud sullo Statuto della nuova Provincia mediterranea

pubblicato 14 mag 2011, 06:02 da Pasquale Castrilli   [ aggiornato in data 14 mag 2011, 06:11 ]
S. Maria a Vico (Ce). MyNews 101. Si e svolto a S. Maria a Vico, giovedì 5 maggio, l'incontro delle cinque comunità oblate del'Area centro sud della Provincia oblata italiana sugli Statuti della nuova Provincia oblata del mediterraneo che include  Spagna e Italia e che muoverà i primi passi dal 17 febbraio 2012. Ad animare l’incontro p. Salvo D'Orto, vicario provinciale.  P. Salvo ha iniziato illustrando i quattro passaggi previsto nel cammino di unificazione: conoscenza reciproca, collaborazione, elaborazione di uno Statuto, unificazione.

Lo Statuto e stato lavorato da cinque esperti: p. Roberto Sartor per il diritto canonico, per la pastorale p. Eutimio Gonzales e p. Marcellino Sgarbossa, per l'economia, i due economi provinciali e il consulente spagnolo dottor Alfonso Durantes. Per il rapporto con le legislazioni civili dei due paesi hanno lavorato p. Giorgio Del Col e un avvocato spagnolo che ha lavorato per la conferenza episcopale spagnola e per la conferenza dei religiosi. Per la prima formazione ha invece lavorato allo Statuto la commissione provinciale della formazione.

Da sottolineare che non si tratta di una confederazione tra due province, né di un’ annessione, ma di una unione tra due realtà alla pari. “I nostri ultimi Capitoli generali hanno affermato che la missione ha bisogno di una componente internazionale e interculturale. – ha affermato p. D’Orto -  L'unione + il modello che serve meglio un progetto missionario. Ci uniamo per realizzare meglio la missione in Europa”.

L'Assemblea interprovinciale di settembre prevede una partecipazione di 60 oblati, 40 italiani e 20 spagnoli. Sarà un ulteriore momento di conoscenza e di valutazione. I delegati, oltre agli aventi diritto ex officio,  saranno nominati per fasce d'età e non per comunità. Lo Statuto sarà successivamente approvato dal Consiglio generale dei Missionari OMI nel mese di ottobre. A novembre e dicembre partirà la consultazione per l’amministrazione della nuova provincia che si insedierà il 17 febbraio 2012. Nel 2015 un'altra Assemblea farà una valutazione e revisione degli Statuti. Lo Statuto, in sintesi, comprende gli elementi che regolano l'unificazione. Non si tratta di un documento per un progetto pastorale e tantomeno di un direttorio. Si divide in sette parti. Si parte dalla composizione della nuova provincia fino alla possibile revisione degli Statuti. Nella parte centrale si parla della vita religiosa, della formazione e della pastorale.

Incontri di Oblati, come questo svoltosi a S. Maria a Vico, si tengono in queste settimane nelle altre aree della Provincia con lo scopo di informare tutti gli Oblati. Sono in via di realizzazione anche incontri con gli OMI della Provincia che sono in Senegal, Uruguay e Romania.

Comments